Attrazioni Turistiche

La costa dei Trabocchi

La costa dei Trabocchi

La costa dei Trabocchi si trova lungo il tratto del litorale Adriatico della provincia di Chieti  

La zona costiera diventa interessantissimo,

con calette,promontori,scogliere alte e frastagliate,che lo rendono unico nel sua genere. 

E' proprio qui che si trovano i Trabocchi, macchine da pesca su palafitta

 È un tratto di costa famoso in tutta Italia per la sua bellezza naturalistica e per la sua originalità

Rocca San Giovanni

Rocca San Giovanni

A due passi dal Mare Adriatico, questo bel paese è situato su un costone roccioso dal quale si gode un bel panorama.

 Nella piazza padroneggia la Torre Civica e la chiesa di San Matteo, tutto intorno al paese,inoltre, rimangono lunghi tratti delle antiche mura. 


Rocca San Giovanni nata nel periodo altomedievale, il paese fu donato dal conte di Chieti Trasmondo II all'abbazia di S. Giovanni in Venere; i monaci di questa abbazia ne fecero in seguito, un borgo fortificato

 
 
 

La Majella

La Majella


 È uno dei 24 Parchi Nazionali Italiani la sua area si raccoglie attorno al grande Massiccio calcareo della Majella e alle montagne del Morrone ad ovest e ai monti Pizi e Porrara ad est.

 La maggiore vetta compresa nell'area del parco è quella

del Monte Amaro (2.793 metri).



Nel parco sono state censite oltre 2.100 specie vegetali che rappresentano all'incirca un terzo di tutta la flora italiana le

specie animali sono invece oltre 150, tra cui posto di rilievo spetta al piviere tortolino

All'interno del parco si trovano ben sette riserve naturali Statali e alcuni beni d'interesse culturale, tra i più rilevanti d'Abruzzo.

 

Abbazia di San Giovanni in Venere

Abbazia di San Giovanni in Venere

La splendida Abbazia di San Giovanni in Venere si trova nel comune di Fossacesia su una collina protesa sul Mare Adriatico a 107 m s.l.m.

 

  E' stata fondata dai monaci nell'VII secolo sulle rovine di un tempio pagano dedicato a Venere e ricostruita nel 1015 da Trasmondo II, conte di Chieti.

 Il complesso si erge maestoso a pochi chilometri dal paese, su un promontorio disseminato di uliveti.

 

 La chiesa, che presenta triplice abside e decorazioni a losanga di origine normanna, assunse forme cistercensi con lavori di ampliamento iniziati nel 1165